Tipi di perdite uditive

A volte il nostro udito non funziona come dovrebbe. Una perdita uditiva può interessare un orecchio o entrambi e può avere diverse cause.

Esistono quattro tipi principali di perdite uditive e, normalmente, ciascuno di esse è trattabile.

 

Come funziona l’udito

Perdite uditive
trasmissive

Quando l’orecchio esterno o medio non riescono a trasmettere il suono correttamente, si parla di perdita uditiva trasmissiva.

La tua perdita uditiva potrebbe rientrare in questo caso?

Dai uno sguardo alle storie di vita reale dei nostri utenti, e scopri di più sul tuo viaggio verso un'esperienza uditiva migliore.


Perdite uditive neurosensoriali

Quando le cellule ciliate della coclea sono assenti o danneggiate, si parla di perdita uditiva neurosensoriale. In questo caso la causa può essere di origine genetica o derivare da un trauma cranico, dall’esposizione a rumori forti o da altri fattori ambientali. La perdita uditiva neurosensoriale è anche frequente nel processo di invecchiamento.

La tua perdita uditiva potrebbe rientrare in questo caso?

Le storie qui di seguito sono immaginarie, ma basate su esperienze di vita reale. Dai un’occhiata e scopri di più sul tuo viaggio verso un'esperienza uditiva migliore.


Perdite uditive
miste

La perdita uditiva mista è una combinazione di perdita uditiva neurosensoriale e trasmissiva. Deriva da problemi presenti sia nell’orecchio interno che in quello medio ed esterno.

La tua perdita uditiva potrebbe rientrare in questo caso?

Leggi queste storie di vita reale dei nostri utenti, e scopri di più sul tuo viaggio verso l’udito.


Perdite uditive
neurali

Quando il nervo acustico è danneggiato o assente, si parla di perdita uditiva neurale. Né gli apparecchi acustici né gli impianti cocleari risultano d’aiuto in questo caso poiché il nervo acustico non è in grado di trasmettere sufficienti informazioni uditive al cervello.

Tuttavia, in molti casi, un Impianto Uditivo del Tronco Encefalico (ABI) può rappresentare la soluzione.

perdite-uditive-neurali